Domande frequenti

Date le differenze fra le varie regioni nelle disposizioni riguardanti il fine vita, precisiamo che le presenti FAQ riguardano nello specifico il Comune di Torino e la Regione Piemonte.

Per essere aggiornati sui provvedimenti a livello nazionale relative all’emergenza è possibile consultare la pagina della Protezione Civile.

Ultimo aggiornamento: 29/04/2020

Sostegno psicologico e sociale

Ho bisogno di assistenza psicologica, a chi mi rivolgo?

Vi sono alcuni servizi di assistenza psicologica, alcuni di questi gratuiti:

Vorrei sapere di più sulle cure palliative, a chi mi rivolgo?

È possibile consultare la pagina della Società italiana di cura palliative, che contiene tutti gli aggiornamenti sulle cure palliative ai tempi del coronavirus.

Sono solo e non ho nessuno, se mi ammalo cosa mi succede? E se dovessi morire?

Nel caso di decesso di una persona sola a Torino, dopo aver accertato che non vi siano parenti di primo grado, se nessuno intende occuparsi del funerale, la Città se ne prende carico attraverso AFC Torino Spa (la Società pubblica del Comune che gestisce i cimiteri dal 2006). Il funerale municipale gratuito del Comune è garantito alle persone che muoiono sole e per i cittadini il cui reddito annuo certificato ISEE non superi i 13mila euro. Attenendosi, se conosciute, alle volontà del defunto, è prevista la scelta tra sepoltura in terra per dieci anni; cremazione con collocazione urna in celletta per dieci anni; dispersione ceneri presso il cimitero Monumentale. Nel caso in cui il defunto sia musulmano è possibile effettuare la sepoltura presso il campo islamico al Cimitero Parco.

Informazioni presso Ufficio Funerali Corso Peschiera 193 – Tel. 0110865600/602

Sono sola/o con figli. Come faccio se devo andare in ospedale? Chi si occupa di loro?

In città ci sono molti progetti per bambini e adolescenti: contatta subito i servizi sociali perché indirizzeranno a seconda del bisogno e della circostanza. Si può contattare lo 011 6194260 oppure il servizio sociale della propria circoscrizione di appartenenza.

Visto che fino al 4 maggio non sono previste celebrazioni religiose, che cosa si può fare nel mentre?

Se una persona ha bisogno di sostegno e informazioni può rivolgersi al suo parroco, imam, guida spirituale; tutti i centri di culto e i luoghi religiosi possono aiutare e fornire indicazioni oppure può

chiamare lo sportello Oltre allo 3394824348 oppure mandare una mail: oltre@benvenutiinitalia.it

Alternativamente, si può contattare il Comitato Interfedi di Torino: centroic@comune.torino.it

Servizi cimiteriali e cerimonie

Quando sarà possibile visitare il cimitero?

I sei cimiteri della Città di Torino (Monumentale, Parco, Sassi, Abbadia di Stura, Cavoretto, Mirafiori) riaprono il 5 maggio alle visite ai propri cari. Gli accessi saranno scaglionati e verranno mantenute le misure precauzionali e le distanze di sicurezza.

Sono garantite le attività di sepoltura. I funerali possono essere accompagnati solo dai parenti più stretti. I diaconi sono presenti in modo continuativo per le benedizioni all’ingresso.

Possiamo dare l’ultimo saluto a una persona deceduta per Covid-19? Come?

Dal 5 maggio, tutti i funerali possono essere accompagnati da massimo 15 parenti sino al luogo di sepoltura dentro al cimitero, sempre mantenendo le misure precauzionali, indossando quindi protezioni delle vie respiratorie e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

È importante ricordare che stanno nascendo strumenti virtuali per garantire delle modalità di accompagnamento rituale a distanza. Fra questi ci sono dei siti in cui è possibile creare un profilo virtuale della persona deceduta, e ci sono applicazioni o strumenti informatici, come Skype, Zoom, WhatsApp, Hangouts Meet e molte altre che consentono di organizzare incontri telematici e offrono la possibilità di condividere un momento di raccoglimento e di elaborazione del dolore e con amici e parenti lontani.

Avrei voluto commemorare con una cerimonia la morte di un mio caro, ma non è stato possibile. Che cosa posso fare?

Per le famiglie i cui parenti sono deceduti nei giorni precedenti il 4 maggio, che non hanno potuto salutare il proprio caro e lo vogliono ricordare con una cerimonia, il Comune metterà a disposizione lo spazio della sala commiato che si sta realizzando al cimitero Parco, a titolo gratuito.

Per chi è stato cremato: al termine del periodo emergenziale sarà cura della Socrem Torino e della Fondazione Fabretti organizzare delle commemorazioni rituali per onorare la memoria di chi ci ha lasciato in questi mesi e ha dovuto rinunciare al rito del commiato.

Se nessuno può partecipare al funerale, come faccio a sapere dove è stato seppellito il mio caro?

L’Impresa di onoranze funebri fa da tramite per la famiglia, fornendo tutti i servizi necessari e le informazioni utili e occupandosi delle pratiche burocratiche. Su richiesta delle famiglie, possono fare video o videochiamate in modo che anche a distanza, si possa accompagnare il proprio caro. Inoltre, i defunti sono anche rintracciabili nella banca dati cimiteriale sul sito web

Il mio parente è deceduto a Torino, ma intendo seppellirlo in altro comune. Posso portarlo là?

Se il cimitero di destinazione è in altro Comune, è necessario che la famiglia o l’Impresa di onoranze funebri contatti il comune di destinazione. Quindi comunicare la scelta al momento della prenotazione del funerale agli Uffici funerali di Corso Peschiera 193 (tel 011 0865600/602). E’ possibile trasferire i feretri e le urne anche in altre regioni. Per l’estero si predispone il passaporto del defunto.

Ho la famiglia all’estero. Come faccio se mi succede qualcosa?

Nel caso di decesso di persona sola con famiglia all’estero, AFC contatta i consolati del paese d’origine affinché informino le famiglie e predispongano il funerale. Se nessuno intende occuparsene si procede con funerale municipale gratuito.

Cremazione

Se una persona desidera essere cremata, ma non ha parenti che possano attestare la sua volontà, può associarsi alla SOCREM Torino. Il Comune di Torino e la Società per la Cremazione di Torino effettuano quotidianamente un controllo incrociato dei deceduti, in modo da garantire che la volontà espressa dei soci sia rispettata. Se non si intende iscriversi alla Socrem si può anche lasciare un testamento olografo.

Vorrei essere cremato/a, ma non ho mai pensato di iscrivermi alla Socrem. Posso farlo anche in questo periodo?

Sì, ma solo per posta. Bisogna scaricare il modulo dal sito www.socremtorino.it, redigere la volontà e compilare la domanda e spedirla in originale cartaceo a mezzo posta (Raccomandata A/R) insieme a tutta la documentazione richiesta per associarsi. L’iscrizione via e-mail non è possibile perché è indispensabile la volontà olografa.

NB il testamento olografo deve essere pubblicato da un notaio.

Il mio congiunto avrebbe voluto che le sue ceneri fossero disperse. È possibile anche in questo momento?

Sì, a Torino è possibile fare la dispersione nel cimitero Monumentale. Se in altro Comune la famiglia o l’Impresa di onoranze funebri devono contattare il Comune di destinazione per ottenere l’autorizzazione. In linea di principio il DPCM prevede la continuità di tutte le operazioni relative ai funerali, in termini di spostamento da comune a comune come per la tumulazione, in ogni caso è bene, prima di ritirare le ceneri, contattare il comune di destinazione e prendere accordi con loro sulla base della loro operatività interna. La stessa cosa vale per la dispersione: è importante verificare sempre con il comune di destinazione la fattibilità delle operazioni.

È possibile richiedere l'affido domiciliare delle ceneri? Che succede se la causa del decesso è il Covid19?

Sì. Secondo le disposizioni di legge, che non sono cambiate nell’epidemia, il principio generale che regola sia l’affidamento, sia la dispersione delle ceneri è la volontà della persona deceduta. È dunque possibile richiedere l’affido domiciliare con le modalità previste dalla legge anche nel caso di persone decedute a causa del Covid19. Una volta che si prende la decisione dell’affido delle ceneri è possibile rinunciarci solo per tumularle in celletta al cimitero.

Sono in quarantena e il mio congiunto è stato cremato, cosa succede se non posso ritirare le ceneri?

Nel caso di Torino le ceneri restano in deposito al Tempio crematorio e possono essere ritirate da un parente al termine della quarantena. Le urne sono custodite sino a 14 giorni dall’arrivo della salma presso il Tempio Crematorio di Torino in deposito gratuito. Al termine di questo periodo, se i familiari continuano ad essere impediti da uno stato di quarantena e non si possono presentare, la SOCREM Torino consegna le urne in custodia ad AFC (anche in questo caso in forma gratuita). Per coloro che hanno scelto il loculo o la celletta, su richiesta della famiglia , si può invece procedere alla tumulazione.

Cosa succede se nessuno ritira le ceneri di un defunto?

L’urna viene consegnata alla AFC servizi cimiteriali della Città di Torino e resta in deposito presso il cimitero monumentale di Torino. I parenti possono richiederle in qualsiasi momento per darle sepoltura. Per l’emergenza Covid è gratuito, in tempi normali è soggetto a tariffa.

Il mio parente è deceduto ed è stato cremato a Torino, ma ha la tomba in un altro comune. Posso portarlo là?

Se la tomba è in un altro Comune, come per la dispersione, è necessario contattare il comune o cimitero di destinazione.

Informazioni

Sono disponibili i numeri informativi nazionali.

A chi posso rivolgermi se ho bisogno di informazioni aggiornate su Torino?

Per quanto riguarda i servizi cimiteriali:

AFC – Servizi Cimiteriali della Città di Torino

Ufficio Informazione e Accompagnamento Nord (Cimiteri Monumentale, Abbadia di Stura e Sassi)
Telefono: 011 08.65.200; e-mail: monumentale@cimiteritorino.it

Ufficio Informazione e Accompagnamento Sud (Cimiteri Parco, Cavoretto e Mirafiori)
Telefono: 011 08.65.400; e-mail: parco@cimiteritorino.it

Per quanto riguarda la cremazione

Socrem Torino; www.socremtorino.it, telefono: 011 5812.333 info@socremtorino.it

Per ulteriori informazioni contatta lo sportello Oltre.

Download

Scarica sul tuo dispositivo il documento con tutte le FAQ in Italiano

Download ↓